Canon RF 24-105mm f/4-7.1 IS STM – Test on the road

Dopo aver preso in esame alcune ottiche, a focale fissa, per comporre il nostro kit, oggi è il turno di uno zoom compatto e leggero quanto basta per entrare a far parte della schiera delle ottiche must have: è il Canon RF 24-104mm f/4-7.1 IS STM.


Canon RF 24-105mm f/4-7.1 IS STM

Come è fatto

395 grammi di concentrato tecnologico, racchiusi in un barilotto che misura 88,8 mm di lunghezza e ha un diametro massimo di 76,6 mm. L’obiettivo è costruito con 11 elementi e 13 gruppi e le lamelle del diaframma sono 7. Ha lo stabilizzatore ottico che permette di guadagnare fino a 5 stop e la messa a fuoco è affidata al motore STM  (stepping motor o, in italiano, motore passo-passo). Silenziosa e fluida, adatta anche per le registrazioni video. L’apertura massima è variabile su tutta la lunghezza focale da f/4 a 24mm fino a f/7 a 105mm mentre l’apertura minima è f/40. La distanza minima di messa a fuoco, con AF, passa dai 20 cm a 24mm fino ai 34 cm a 105mm, mentre con il controllo MF possiamo scendere fino a 13 cm a 24mm. Il rapporto d’ingrandimento è contenuto tra lo 0.21x a 24mm e 0.40x a 105mm, con AF, mentre in MF (variando la distanza minima di messa a fuoco) ci attestiamo in una scala compresa tra 0.39x a 24mm e 0.50x a 105mm. Ha la ghiera di controllo dello zoom, molto ampia e fluida e solo una ghiera di controllo che può essere utilizzata per la regolazione della messa a fuoco oppure, commutabile con un interruttore, per gestire la funzione personalizzata impostata in macchina.

Come lo uso

E’ un obiettivo tuttofare a 360 gradi che non ha una collocazione specifica o un campo d’utilizzo in cui eccelle. A 24mm è sufficientemente ampio per fotografia di paesaggio, panorami costieri o montani, passando per il 35mm e il 50mm possiamo fermarci in città per scatti più street e dinamici, mentre avvicinandoci alle focali più lunghe, da 70mm fino ai 105mm possiamo divertirci con i ritratti ambientati o all’aperto e c’è spazio anche per uno still life, food photography e prodotti. Proprio perchè è uno zoom e questo in particolare abbraccia le focali più comuni per i diversi generi fotografici, possiamo usarlo in una varietà di situazioni che dipendono solo dal nostro essere fotografi. Il range di apertura è molto limitato, ma in rapporto a dimensioni, peso, prezzo e destinazione d’uso principale è più che adeguato e lo vedremo proprio in questo test.

Come va

Un obiettivo tuttofare come questo deve avere anzitutto un importante caratteristica: ovvero, sapersi adattare alle diverse situazioni ed essere pronto a tutto. Come accennavo all’inizio: è un punta e scatta ? ovvero, è così veloce e reattivo per adattarsi rapidamente a una scena in movimento in cui c’è bisogno di variare la focale e mettere a fuoco rapidamente? No, non direi. La ghiera di regolazione dello zoom è confortevole e fluida quanto basta ma offre una leggera resistenza iniziale che torna a nostro vantaggio in quanto non è presente un interruttore di blocco dello zoom: vuol dire che quando è completamente ritratto il barilotto interno, resta fermo al suo posto ma no si blocca. La velocità di messa a fuoco del motore STM è adeguata per alcune situazioni, ma non per quelle più dinamiche e veloci. L’inseguimento del soggetto è regolare e precisa, ma non immediata, specie se lavoriamo a 105mm. In generale posso dire di essere soddisfatto nell’utilizzo di questo zoom per le situazioni più rilassate, da vacanza, da giro fuori porta e in alcune occasioni anche in casa quando i nostri soggetti non sono in posa e illuminati adeguatamente. Iniziamo a vedere, nella prima galleria di immagini, come varia la focale, da 24mma 105mm e, nel dettaglio del crop, vediamo la qualità complessiva di questa lente:

24mm

35mm

50mm

70mm

85mm

105mm

Le foto scattate nella galleria precedente hanno il valore di apertura più grande per la focale selezionata, quindi impostato in automatico dalla fotocamera per lo scatto in priorità di tempi. Complessivamente la resa cromatica è buona e guardando le immagini intere non si avvertono problematiche particolari nel dettaglio, anche se non raggiunge valori eccellenti, ma sono un ottimo compromesso per questa lente e per l’uso che ne faremo. Sostanzialmente non si avverte un decadimento del dettaglio in periferia, così come non si avverte la presenza di vignettatura significativa ai bordi. E’ una lente equilibrata che ci permetterà di avere ottime foto da stampare e vedere sui monitor di casa nostra, o sugli schermi dei nostri smartphone.

Avviciniamo il soggetto per il bokeh

Se vogliamo essere un po’ più creativi e ricercare uno sfocato che, normalmente, ad aperture superiori a f/4 non otterremmo, allora possiamo avvicinarci al nostro soggetto, magari allungando la focale e vediamo come si può ugualmente ottenere un gradevole effetto bokeh anche senza dover aprire a f/2. I risultati ottenuti ci permettono di mantenere un’ ottima definizione d’immagine, anche se questa volta, allontanandosi dal centro del fotogramma, si percepisce un leggero decadimento.

Tralasciamo la composizione fotografica, perchè in questo caso ci concentriamo proprio sulle montagne dietro al soggetto che avvolgono morbidamente il soggetto in primo piano. Ecco quindi che passiamo da un utilizzo in campo aperto, paesaggistico o cittadino, ad un uso più da fotografia di prodotto e l’ottica si adatta perfettamente.

Un confronto con le ottiche fisse

Avendo a disposizione anche l’ RF 35mm, l’ RF 50mm e l’ RF 85mm che rientrano nella lunghezza focale di questo piccolo zoom, perchè non provare a scattare lo stesso soggetto, con le stesse impostazioni ? Il risultato credo che parli da solo, ma lo confrontiamo con i nostri occhi nella galleria qui sotto. La prima cosa che balza agli occhi è la brillantezza dei colori, il tono più morbido e avvolgente delle ombre che risultano meno marcate e l’esaltazione del dettaglio. Nonostante le foto non siano state scattate alla minima apertura disponibile per ottiche fisse, l’effetto bokeh è decisamente un altra cosa.


Meglio o peggio ?


Qui va un po’ anche a gusto personale, proprio per sottolineare che qui non stiamo ricercando la perfezione fotografica da studio o da professionista ma, piuttosto, la qualità da fotografo della domenica che vuole comunque qualità nei suoi scatti.

Canon RF 35mm f/1.8 Macro IS STM

Canon RF 50mm f/1.8 STM

Canon RF 85mm f/2 Macro IS STM

Conclusioni

Abbiamo capito che non è sicuramente un ottica che si sceglie per le performance estreme ma d’altro canto lo si capiva già dalle sommarie caratteristiche tecniche e dai valori di apertura. Canon si è davvero impegnata nella realizzazione di questa ottica per trovare il miglior compromesso tra qualità, prezzo, peso, dimensioni e in questo ci è riuscita benissimo. Che non fosse un ottica per professionisti, era chiaro anche questo ma qui ci stiamo concentrando proprio sul kit per il fotografo della domenica, evoluto ed esigente, e cerchiamo di valutare quale sia il miglior kit possibile per esprimere al massimo la creatività in campo fotografico e, vedremo successivamente, in campo video. E’ quindi assodato che, per liberarci dalle costrizioni di un ottica fissa, possiamo valutare l’acquisto di uno zoom tuttofare come questo Canon RF 24-105mm salvaguardando il budget e avendo tutte le aperture necessarie per affiancarlo a una o due ottiche fisse più specifiche e performanti. E’ il classico zoom da avere nello zaino fotografico, da usare quando siamo poco impegnati nella ricerca dello scatto perfetto e stiamo pensando di più a goderci la giornata, il luogo e/o le persone che sono con noi. E’ un punta e scatta ? Non proprio, ma è molto versatile ed è sempre pronto all’uso e questa si rivela essere la sua carta vincente. L’acquisto di questo obiettivo richiede €499,00 (Da FotoLuce.it) e €526,00 (Da OlloStore.it). Il paraluce non è compreso nel prezzo e andranno aggiunti €73,99 (Da Canon Store) oppure €14,99 per la versione compatibile (Da Amazon.it)


Prima di salutarci

Come vi avevo anticipato sin dall’inizio di questa serie, c’è ancora tanto da fare e da vedere nel tour Canon EOS R e Canon RF. Nei prossimi appuntamenti vi parlerò proprio di Canon EOS R, il corpo macchina che uso da 6 mesi ormai ed è giunto il momento di fare il punto della situazione e vedere quali sono pregi e difetti – specie per uno come me che arriva dal mondo reflex di casa Canon. Ma non è tutto, perchè ripercorrendo proprio il tour Canon RF vedremo anche come si comportano queste ottiche in campo video, analizzando le specifiche di registrazione video offerte dal mondo Canon EOS R. Ma esiste solo Canon EOS R ? Assolutamente no ! E quindi, aspettiamoci di vedere anche e leggere molto altro, proprio su queste pagine e sul nostro canale video YouTube.


Nota: I negozi di fotografia qui citati non sono sponsorizzati. Sono semplicemente i negozi che vi consiglio perchè personalmente acquisto da loro; la scelta è sempre tua alla fine.

Rispondi