H&Y Revoring Black Mist

Il filtro fotografico dal look cinematico – Revoring Black Mist – Il nostro test

Sicuramente abbiamo uno o più filtri per i nostri obiettivi, anzi molto probabilmente ne abbiamo più di uno e magari anche uguali tra loro perchè il diametro dei nostri obiettivi non è lo stesso. Ma avete mai provato un filtro fotografico H&Y Revoring Black Mist ?

L’ecosistema Revoring

Prima di tutto c’è da conoscere il sistema Revoring che consiste in un anello a diametro variabile che grazie ad un ingegnoso sistema di lamelle retrattili, consente al filtro di adattarsi a diversi obiettivi. Esistono range di diametri differenti così suddivisi:

  • 37-49mm per filtri da 52mm
  • 46-62mm per filtri da 67mm
  • 52-72mm per filtri da 72mm
  • 67-82mm per filtri da 82mm
  • 82-95mm per filtri da 95mm

L’anello adattatore è solo l’elemento base di questo sistema che permette, da un lato, l’aggancio alla filettatura portafiltri dell’obiettivo e dall’altro, l’aggancio magnetico di un filtro vero e proprio. Questo risolve il problema di avere filtri di diametro differenti per tutti i nostri obiettivi. Problema che non viene risolto neppure adottando anelli step up o step down perchè dovremmo averne uno per ogni diametro.

Ecco perchè lo definisco un porta filtro molto evoluto. Dal punto di vista costruttivo ci troviamo in mano tantissima qualità perchè sono costruiti interamente in alluminio anodizzato per preservarne le caratteristiche nel tempo ed essere al tempo stesso resistenti agli agenti atmosferici se utilizzati in ambienti particolarmente difficili.

Il filtro Black Mist

Oggetto della mia prova è un anello Revoring che include anche un filtro Black Mist – tradotto letteralmente viene fuori Nebbia Nera. Le caratteristiche costruttive restano identiche all’anello base, così come resta invariata la possibilità di aggancio di un ulteriore filtro sulla parte esterna.

Il filtro è realizzato in vetro, completamente trasparente, ma è proprio in questa trasparenza che troviamo il suo lato tecnologico che trasforma la luce dominante o punto luce dominante, del nostro scatto fotografico, ammorbidendola con l’aggiunta di un alone evanescente proprio attorno al punto luce dominante. Ho reso l’idea ? Guardiamo le foto scattate con e senza il filtro:

Foto a Sinistra senza filtro – Foto a Destra con Filtro Black Mist 1/4

I parametri di scatto sono identici per entrambe le fotografie, ma mentre nella fotografia di sinistra i bordi delle luci sono più definiti, nella fotografia di destra acquistano un alone sfumato che rende il tutto più soft. Vediamo un altro esempio dove l’effetto è ancor più amplificato dallo sfondo scuro, quindi con un contrasto maggiore:

Foto a Sinistra senza filtro – Foto a Destra con Filtro Black Mist 1/4

E’ un effetto molto gradevole che è reso tale con una modificazione ottica del filtro e non attraverso artifici software a bordo macchina o in post produzione. Questo aspetto è davvero molto importante perchè il software, i preset o qualsiasi algoritmo, per quanto preciso possa essere non è mai equivalente al lavoro che fa un filtro di alta qualità come quelli prodotti da H&Y. Questo per me è il secondo plus di questo ecosistema meraviglioso.

L’effetto del filtro, che ho definito fotografico per pura menzione, è notevole anche in campo video. Il look cinematografico che rende alle sequenze video è superlativo. Vediamo la recensione nel video pubblicato sul nostro canale YouTube che contiene due sequenze girate senza e con filtro:

Revoring Black Mist – In conclusione

Possiamo assolutamente dire che è un acquisto importante ma questo investimento viene preservato nel tempo perchè la qualità è indiscussa sia dal punto di vista costruttivo che d’immagine e soprattutto perchè è possibile espandere il proprio kit di filtri con altri della stessa serie: ND e CPL ad esempio. Considera anche, ad esempio, l’acquisto del solo anello adattatore e dei filtri che ti occorrono per completare il tuo kit.

Rispondi