Il nuovo formato HEIF sarà l’erede del vecchio JPEG?

Nella versione 2018 di Photoshop CC è stato inserito il supporto per il formato HEIF (High Efficiency Image File), introdotto da Apple in macOS High Sierra e iOS 11.

Il JPEG è un formato molto popolare ed utilizzato praticamente da tutti i costruttori di fotocamere. E’ un formato che dura da 25 anni, ed ora cambierà tutto, poiché arriva il formato HEIF un nuovo modo di gestire le immagini, sviluppato dal gruppo MPEG, che si occupa della standardizzazione di vari protocolli legati alla multimedialità.

Per essere più precisi, il nuovo formato non è esattamente per le immagini, ma una sorta di contenitore, può contenere sia singole immagini, immagini in sequenza che siano foto o video, foto e video che vengono registrate contemporaneamente, e anche del testo e dell’audio che è stato sincronizzato con la sequenza dell’immagine. Lo stesso formato è anche in grado di supportare la compressione lossy, e quella lossless.

HEIF è anche un formato più evoluto di JPEG, ha algoritmi migliori per la compressione, quindi i file sono di dimensioni più piccole, il 50% a parità di risoluzione. Il nuovo formato supporta inoltre una profondità colore a 10 bit invece di 8, il che garantisce una gestione molto migliore delle sfumature di colore.

HEIF ha tutte le carte in regola per diventare l’erede del jpg, ad oggi però esiste un problema di compatibilità al di fuori del mondo Apple. Comunque un file HEIF contiene anche una versione JPEG dell’originale, per velocizzare la visualizzazione sui device. Quando si esporta un’immagine HEIF verso un sistema che non supporta lo standard, iOS e macOS trasferiranno infatti la loro versione JPEG.

Nei prossimi mesi vedremo se HEIF riuscirà a scalzare lo storico JPG, e sicuramente noi della redazione di FotoNews prepareremo dei test mirati su questo argomento.

 Licenza Creative Commons

Rispondi

Proudly powered by WordPress | Theme: Baskerville 2 by Anders Noren.

Up ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: