DJI Osmo Mobile 2 – La prova

Facciamo sempre più video e lo dimostrano tutti i portali social che permettono sempre la condivisione di video oltre che fotografie e forse siamo sempre più esigenti anche dal punto di vista qualitativo. Discorso valido non solo per i social, anzi, forse più perchè i nostri smartphone sono performanti al punto che li usiamo in sostituzione di una comune handycam o macchina fotografica. Molti modelli sono dotati di stabilizzazione della fotocamera il che rende le immagine video meno traballanti e con un movimento orizzontale o verticale più fluido. Se questa opzione non è disponibile nei vostri modelli o non risulta essere efficace, DJI ha un gimball che fa per tutti. OSMO Mobile 2 è l’evoluzione del modello precedente e unito al software proprietario DJI GO (nella nuova versione è molto più stabile e i controlli più reattivi) vi trasformerà in videomaker provetti.

Com’è fatto – E’ formato da un corpo principale che fa da impugnatura al cui interno è racchiusa la batteria ricaricabile e non rimovibile. Nella parte superiore si trovano gli essenziali comandi per gestire il movimento completo della testa, lo zoom, il pulsante di registrazione e il tasto di accensione spegnimento. Sul lato sinistro dell’impugnatura ci sono i controlli dello zoom che lo regolano automaticamente sul telefono. Alcuni led indicano la carica della batteria mentre quello più a destra, in rosso, indica se stiamo registrando o meno. Si ricarica con un comune alimentatore USB (non in dotazione) e un cavo USB – micro USB (incluso nella confezione). La qualità della plastica è buona e offre un ottimo grip data la forma che si adatta al palmo della mano. Tasti e joystick di movimento testa sono sempre facilmente raggiungibili anche da chi ha una mano piuttosto piccola. La parte superiore è costituita dall’alloggiamento del telefono che può ospitare senza problemi smartphone di poco superiore ai 6″ e dalle braccia che attraverso i motori passo passo a controllo digitale stabilizzano i movimenti e consentono la rotazione dello smartphone. L’assemblaggio è ottimo e le componenti meccaniche sono in metallo; resistenti e di buona qualità anche queste. Gimball e telefono diventano un tutt’uno e non è possibile in alcun modo che il nostro smartphone possa sganciarsi e cadere. Il peso complessivo, che dipende per buona parte proprio dal telefono che usiamo, non è eccessivo e si può utilizzare il gimball anche per molto tempo senza che l’avambraccio ne soffra troppo.

Come va – Primo passo per utilizzare il gimball è installare l‘app DJI GO (Disponibile per Android e iOS), attraverso la quale si realizza la connessione e la calibratura del braccio oscillante orizzontale. La procedura è guidata e automatica per cui basterà seguire le semplici indicazioni sullo schermo. Terminata la calibratura, se tutto è andato a buon fine e in genere accade al primo colpo, è possibile iniziare a registrare video e scattare foto. Tutto il comparto di registrazione è dello smartphone, quindi formato video, qualità, frame rate e tutte le opzioni di cui disponete, dovranno essere regolate direttamente sul telefono. Dall’app è possibile registrare video, timelapse, hyperlapse e scattare foto panoramiche. Per il video è sufficiente premere il tasto REC sul manico del gimball mentre per le opzioni di timelapse e hyperlapse occorre impostare prima la durata complessiva del girato e l’intervallo in cui l’app scattera la foto. Il montaggio finale in video è del tutto automatico e il risultato si può vedere immediatamente. Così come immediata sarà la possibilità di condivisione sui social più comuni. Meglio utilizzare una scheda di memoria per registrare i video perchè ovviamente saranno voluminosi e stressiamo meno la memoria interna del telefono. Eccellente è la modalità di tracking del soggetto che consente di agganciare il volto di una persona mentre le teste motorizzate del gimball si preoccuperanno di seguirla, quindi ruotando in senso verticale e orizzontale. La velocità di movimento sugli assi – controllabile attraverso il joystick – può essere regolata così da ottenere movimenti lenti e fluidi oppure veloci e dinamici. La batteria, in condizioni di movimento intenso dura poco più di 3 ore. Abbastanza per fare video in un weekend intero direi e in continuo movimento tra camminata e movimenti di camera.

In conclusione – Il rapporto qualità prezzo è assolutamente elevato e il divertimento è assicurato. L’investimento è protetto nel momento in cui cambierete smartphone, il vostro gimball sarà assolutamente pronto ad accoglierlo. Durata della batteria, peso complessivo e ingombro, fanno si che possa essere trasportato comodamente in uno zaino per un weekend fuori porta e l’utilizzo è decisamente alla portata di tutti. Acquistabile presso il DJI Store ufficiale per godere della garanzia ufficiale e del miglior prezzo del mercato a 149,00 Euro. Per maggiori informazioni segui questo Link e per i nostri lettori con acquisto certificato sul sito DJI Store lincato, la linea diretta con l’esperto per consigli e informazioni sull’utilizzo è sempre disponibile.

Rispondi