Guida intergalattica per futuri fotografi – il prologo

Lui – “Cosa vuoi fare da grande ?”

L’altro – “Non ho ancora deciso, ma vorrei fare il fotografo”

Lui – “E’ un bellissimo lavoro, creativo, che potrebbe portarti in giro per il mondo e ti farà conoscere moltissime persone. E’ la nuova arte, l’arte del nuovo millennio. Hai tanto da imparare e da fare.”

L’altro – “Mi hai convinto! Mi faccio regalare la macchina fotografica per Natale”

E’ una conversazione che avviene per caso, tra due persone, in un luogo qualsiasi. Hanno età e sesso che non importa ma l’altro inizia ad avere le idee chiare sul suo futuro e non ha mai avuto una macchina fotografica; forse ha usato quella dei genitori in gita scolastica o ad una festa, forse ha usato solo quella del suo smartphone. Tutto può essere, ma la certezza in questa storia è data dal fatto che qualcuno gli comprerà (si spera) la tanto desiderata macchina fotografica, ma basterà solo quella al protagonista della nostra storia ?

Capiamo assieme cosa sarebbe utile mettere nel carrello degli acquisti per chi vuole iniziare a muovere i primi passi nel mondo della fotografia; per chi, magari, ha un figlio che gli chiede una macchina fotografica a Natale o per chi vuole prepararsi a sparare il botto finale appena inizieranno i saldi. Per non scrivere un elenco acquisti lungo come un enciclopedia, farò un analisi senza troppe citazioni, ma fatta di punti saldi per il primo kit fotografico partendo dal budget e considerando l’acquisto a nuovo di tutti i componenti necessari.

Macchina fotografica –  Sul mercato esistono molti modelli da cui attingere e fare una scelta non è poi così difficile, considerando che si parte da zero, ovvero senza un pregresso bagaglio di obiettivi e accessori possiamo considerare Canon, Nikon, Panasonic, Sony quali brand principali. I primi due offrono corpi macchina reflex, Canon anche mirrorless, mentre con Panasonic e Sony andremo sicuramente nel segmento mirrorless. Quale differenza sostanziale ? La dimensione del corpo macchina ed il peso. Ma non è tutto, perché l’offerta di obiettivi per reflex è sicuramente più ampia e si può attingere con più facilità anche a produttori alternativi quali ad esempio Tamron e Sigma. Con Canon e Nikon mediamente, al netto di promozioni ed offerte del momento un corpo macchina + lente in kit 18-55mm (tipicamente), occorre spendere € 350,00. Il kit è sempre compreso di batteria, carica batteria da rete e cinghia a tracolla.

Borsa o Zaino – Per andare in giro con la macchina fotografica, ma anche per tenerla al riparo in casa è necessario dotarsi di una borsa o uno zaino fotografico. Le prime generalmente sono a tracolla e poggiano su una spalla quindi per lunghe passeggiate risulta più scomodo, ma di contro se ne trovano a prezzi più abbordabili. Lo zaino è per eccellenza il prodotto da preferirsi per comodità di trasporto, capienza e tasche dedicate per il cavalletto. Alcuni offrono un discreto spazio dedicato anche per oggetti personali e una merenda. Per entrambi l’imbottitura dev’essere adeguatamente rigida (quella che forma le pareti esterne) e in morbido tessuto, amovibili e riposizionabili (quelle interne). La capienza dev’essere commisurata al proprio corredo fotografico di partenza ma con un occhio anche agli accessori fotografici che acquisteremo in futuro. Meglio se il tessuto esterno sia idrorepellente perché in caso di pioggia, noi staremo comodi sotto l’ombrello e la macchina asciutta e felice dentro la borsa. Da evitare sicuramente le borse a forma di macchina fotografica allungata che consentono il trasporto del solo corpo macchina con la lente in kit e null’altro; soldi mal spesi. Sono da evitare anche le borse messenger non fotografiche che offrono però una piccola zona imbottita: generalmente gli altri oggetti al suo interno tenderanno a muoversi – anche contro la macchina fotografica col rischio di graffiarla e danneggiarla. Si trovano borse a tracolla a partire da € 20,00 mentre per uno zaino occorre pensare ad una esborso di almeno € 40,00.

Scheda di memoria – A seconda della macchina fotografica, occorre acquistare almeno una scheda di memoria del formato richiesto. Esistono schede SD (Secure Digital) e schede CF (Compact Flash). Il tipo è generalmente indicato tra le caratteristiche tecniche. Consiglio di acquistare 2 schede di memoria di medie dimensioni, ad esempio da 16 Gb. Si può utilizzare sempre una delle due schede e tenere l’altra di scorta, ed è sempre bene portarle entrambe con noi. Ogni borsa fotografica che si rispetti ha almeno un vano dedicato per inserire la schedina evitando che vaghi tra gli scomparti. Esistono diversi produttori di schede di memoria e quelli su cui puntare sono: SanDisk e Lexar. Solo per le SD si può considerare anche Transcend; più economiche rispetto alle prime due. Come riconoscere quella giusta ? Per le CF è abbastanza facile perché lo standard attuale è UDMA 7 e sono adatte anche per la registrazione di video, mentre per le SD sarebbe meglio puntare sulle SDHC oppure SDXC, Classe 10. In aggiunta possono essere di tipo U3 (adatte a video 4K) oppure U1 (adatte a video fino a Full HD). Una buona scheda Secure Digital da 16Gb costa circa € 11,00 mentre per le analoghe Compact Flash si dovrà spendere circa € 32,00.

Cavalletto – Parrebbe un accessorio superfluo e da molti snobbato ma questo vi aprirà orizzonti di scatto inaspettati, oltre ad avere un appoggio saldo e completamente regolabile per gli amati selfie. L’utilità maggiore è nelle foto di paesaggio e per gli scatti notturni in cui il tempo di esposizione prolungato necessita, ancora una volta, di un appoggio stabile e regolabile. E’ meglio pensare ad un cavalletto con le gambe allungabili, in 3 sezioni e che possa raggiungere un altezza di almeno 140cm. Oltre questa altezza si può sempre andare con la sezione centrale che si solleva e quindi non rischiamo mai di mozzare le teste nelle foto di gruppo. Puntiamo ad un cavalletto compreso di testa, ovvero del supporto che consente l’aggancio della fotocamera al cavalletto e soprattutto consente di regolarne posizionamento e inclinazione. Non è necessario puntare a cavalletti con teste video fluide o movimenti particolari, ma è bene pensare al peso che dovrà sorreggere la testa. Con un attrezzatura di base, anche i modelli base proposti da Manfrotto e Neewer in primis ma anche K&F e Andoer, andranno benissimo. In genere sono sempre dotati di custodia per il trasporto, ma se avete optato per uno zaino fotografico, troverete sicuramente l’alloggiamento adatto anche per lui. Si spende da € 40,00 a € 80,00 mediamente.

Flash – Tanti sottovalutano l’importanza di avere e usare un flash, per non parlare di quelli che “il flash di giorno ? in piena luce ? ma sei pazzo ?”. Un flash deve esserci nel proprio corredo e tal proposito meglio se di tipo TTL (oppure e-TTL), ovvero a controllo totale da parte della macchina fotografica che penserà a configurarlo nel modo corretto in base alla scena, alla luce e alla focale. Per iniziare può andar bene così, fidatevi. Anche in questo caso si può attingere a colpo sicuro sui modelli proposti dallo stesso marchio della vostra macchina fotografica, oppure rivolgerci a modelli compatibili. Assieme al flash sarebbe utile, ma non indispensabile pensare ad un kit di batterie ricaricabili (in genere batterie stilo) e relativo caricabatteria. I prezzi variano molto e per un flash “di marca” occorre investire almeno € 150,00 mentre per un analogo compatibile basteranno € 50,00.

Ed ecco la lista della spesa al completo: Totale € 500,00 euro più euro meno – ma adesso siamo pronti e dobbiamo solo preoccuparci di allenare il dito a scattare – dobbiamo “solo” preoccuparci di imparare a scattare – pensiamo anche ad un corso di fotografia e ci si accorge presto che attorno a noi ci sono associazioni di fotoamatori che ne organizzano o altre tipologie di associazioni culturali che mettono a calendario lezioni e workshop per tutti i livelli e per tutti i gusti. In entrambi i casi si può spendere anche meno di € 100,00 per un corso di fotografia base.

E’ vero, mancano pochissimi giorni a Natale e non farete sicuramente in tempo a comprare tutto, ma non preoccupatevi: approfondiremo ogni singolo argomento e sarete pronti per il vostro kit del primo fotografo (sì, sarà proprio così come l’ho scritto) in tempo per i saldi !!

Licenza Creative Commons

2 thoughts on “Guida intergalattica per futuri fotografi – il prologo

Add yours

    1. Grazie a te per il messaggio e a partire dai primi giorni del 2018, approfondirò la guida con marche e modelli in offerta in quel momento, così da avere qualcosa di più concreto su cui scegliere

Rispondi

Proudly powered by WordPress | Theme: Baskerville 2 by Anders Noren.

Up ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: