Furto dell'attrezzatura? Cosa fare prima e dopo

Purtroppo negli ultimi anni il fenomeno è in crescita e lo dimostrano gli innumerevoli messaggi che compaiono sui social network, oltre alle notizie che si leggono sui forum di appassionati fotografi. Vi siete mai fermati a riflettere un attimo sulle vostre abitudini quando siete in giro per una battuta fotografica, e mi riferisco ovviamente alle azioni che si fanno per proteggere la propria attrezzatura ? Molte persone purtroppo vivono con il pensiero del “ma tanto non mi capiterà mai perché sono una persona attenta” – e  mai pensiero fu più sbagliato perché siamo tutti potenziali vittime. Le persone che rubano attrezzatura fotografica, contrariamente a quanto si poteva dire qualche anno fa, adesso sanno benissimo cosa cercare e come agire. In questo articolo vi spieghiamo cosa fare per prevenire il furto e, nel caso peggiore, cosa fare a fatto compiuto.

Azioni preventive

  • Partiamo dall’acquisto della nostra attrezzatura, corredata di scatola ed etichette riportanti il numero seriale. Il primo passo da fare è sicuramente registrare i propri prodotti sul sito del fornitore. Questo ci garantirà la copertura della garanzia ed eventuali segnalazioni quando ci rechiamo presso un riparatore ufficiale.
  • Il numero seriale va annotato con cura e tenuto assieme a tutti i numeri seriali dei componenti della nostra attrezzatura. E’ buona pratica anche fotografare l’etichetta con il numero seriale. I numeri dovranno poi essere custoditi in un posto immediatamente accessibile e alla nostra portata, ovunque ci troviamo in quanto serviranno per la denuncia alle autorità competenti.
  • Esistono soluzioni alternative che consistono nello stampare etichette riportanti il seriale o altre informazioni su un supporto difficilmente removibile che nel caso di manomissione o tentativo di rimozione, rilasceranno una colorazione indelebile e facilmente distinguibile.
  • Per il trasporto in borsa o zaino, esistono i tag posizionali che si interfacciano mediante bluetooth al proprio telefono e segnalano con un allarme, anche sonoro, l’allontanamento tra i due dispositivi (tag e smartphone). Si possono facilmente reperire in commercio a circa € 10,00 cad.
  • Viaggiando molto con trasporto locale o mezzi pubblici, potremmo difendere il nostro zaino con una copertura anti apertura. E’ una rete in maglia metallica che ricopre lo zaino. Quando lo portiamo in spalla, il malintenzionato che da dietro si appresta ad aprirlo, non sarà in grado di farlo.
  • Si sprecano ovviamente i consigli sulla prudenza in generale e sul non lasciare incustodita l’attrezzatura. Evitare di portare lo zaino pieno di ogni sorta immaginabile di attrezzatura – in primis perché inutile allo scopo e sicuramente perché minore sarà la dimensione dello zaino, minore sarà l’attrazione visiva per il ladro.

Cosa fare a fatto compiuto

  • Superato il momento in cui ci rendiamo conto di aver subito il furto, dato che la giornata è ormai andata a monte, recarsi immediatamente presso il comando di Polizia più vicino. Se a portata di vista vedete forze dell’ordine, avvisateli immediatamente. La denuncia dovrà necessariamente essere corredata dei numeri seriali.
  • Scrivete un post sui vostri social network, non tanto per condividere la vostra disgrazia quanto per avvisare altri appassionati e, anche in questo caso, scrivete i numeri seriali. Questa pratica è utile in quanto chi ha rubato la merce cercherà di venderla il prima possibile al miglior prezzo possibile e la diffusione in rete dell’informazione potrebbe aiutarvi a ritrovarla.
  • Ogni fotografia scattata, purché corredata di dati Exiff completi, riporta anche il numero seriale della fotocamera utilizzata per lo scatto. Utilizzando il sito Stolen Camera Finder, potreste essere fortunati e ritrovare foto scattate proprio con la vostra fotocamera. Il sito web è gratuito ma esistono anche servizi dedicati a pagamento. Anche Camera Trace funziona nello stesso modo però offre qualche servizio in più per il tracking e monitoraggio della propria attrezzatura (esclusivamente a pagamento).

Rispondi

Proudly powered by WordPress | Theme: Baskerville 2 by Anders Noren.

Up ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: