Dopo la prima uscita: ecco le mie foto

Nel precedente articolo vi ho raccontato un esperienza quasi surreale, di un amico neofita, che acquista la sua prima reflex ed esce per una battuta fotografica (per come è andata è davvero una battuta umoristica). Al rientro a casa, ecco cosa succede.

Perdo almeno un ora per collegare la mia macchina fotografica alla rete Wi-Fi di casa, perché mi hanno detto che posso vedere le fotografie appena scattate sul televisore. Però forse è meglio prima trasferirle sul PC e dargli un occhio in privato; non voglio disturbare chi sta preparando la cena in cucina. Cavetto USB – ah no! Il Wi-Fi – Non funziona, ok proviamo col cavetto, no aspetta: meglio inserire la scheda SD direttamente nel PC.

Passa del tempo e trovo finalmente la cartella che nasconde le mie fotografie, sono JPG per fortuna almeno non devo installare altri programmi per vederle. Vederle? Cosa? Ho collezionato: 4 palazzi storti, 2 teste tagliate, 1 cestino dei rifiuti – ah ecco un drago verde (La tipica fontanella pubblica d’acqua potabile milanese, NdR). Bella questa, mah – è un po’ sfocata! – occhi incollati allo schermo nel mero tentativo di trovare una spiegazione allo scatto – Sono un grande, c’è la pavimentazione stradale, fatta di quelle pietre la, che è perfettamente a fuoco peccato per la fontana – mannaggia! – passa dell’altro tempo e la foto mi convince sempre meno, ma perché? – Sicuramente un problema di messa a fuoco, qualcosa non va nella macchina fotografica, perché la fontana è proprio davanti ai miei occhi e si vede malissimo!

Ah, giusto in tempo per la cena! Penserò al prossimo soggetto a stomaco pieno, sul divano guardando un bel film mentre gioco col Tablet e lascio il pc acceso perché devo finire di scaricare quella serie TV nuova.

Rispondi